lisbon-2829968_1920

REQUIEM (ad Antonio Tabucchi)

REQUIEM (ad Antonio Tabucchi)

 

Parole vere escono dalle bocche di personaggi

della capitale portoghese. Come sogni, lunghi i viaggi

in un clima ad Aizetao di ormai defunti eroi

o vivi seppur fatui fuochi d’immaginazione dalla tempra

bruna e focosa. Pessoa, o fantasma d’una vita

del narratore con l’oro del mattino in preda alla voce

sulle note del Venditore di Storie; “storia e riflessione”

come fumo da un camino per l’eterna anima

degli incontri all’esistenza dell’ultima giornata.

 

Fabio Strinati